2011-06 Invisibile pensiero

Se siamo solamente pensiero,
invisibile per sua stessa essenza,
limitato e circoscritto a un involucro umano
come potremo comprendere il cuore,
sezionare emozioni col tocco lieve del sentire,
intrappolare il vento in una maschera di rose?

Se siamo solamente ragione
sequenziale e associativa nei suoi ciclici riflussi
come potremo accettare l’esistenza di ciò che sfugge,
cosmiche dinamiche che non desideriamo
al di là di un mondo percepito attraverso riflessi
rapidi impulsi di elettrica esistenza
materiale?

 

[N. 06 – 2011]

Data di creazione : 22 febbraio 2011

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    *